A cura della Dott.ssa Maria Teresa Strumendo Migliaccio

Arriva l’estate, il caldo e quindi il desiderio di prendere un bel gelato. La domanda più frequente è: posso sostituire tutto un pasto con un gelato? La risposta è SI, ma saltuariamente. In questo caso se ne può prendere una quantità a piacere, aggiungendo magari della frutta di stagione, anche sotto forma di macedonia e qualche cialda.

Questo è possibile per chi ha la glicemia nei limiti della norma. Attenzione, invece, per chi ha problemi di iperglicemia o diabete conclamato. Anche queste persone possono consumare un gelato, in quantità limitata e solamente a fine pasto, in modo che gli zuccheri semplici del gelato vengano assorbiti più lentamente grazie alle proteine e alle fibre contenute nel contorno.

Se il gelato viene consumato a merenda, la quantità deve essere più limitata (100-130 kcal). Tra quelli confezionati scegliere ad esempio il Cremino, il Fiordifragola, un ghiacciolo oppure una coppetta o un cono con due gusti, preferibilmente alla frutta. Questo, ribadisco, solo per chi ha la glicemia nei limiti!

Per ulteriori dubbi o curiosità potete scrivere all’indirizzo di posta mariateresastrumendomigliaccio@gmail.com

Usare l’indirizzo di posta elettronica solo per la rubrica Pillole. Per tutte le altre comunicazioni (appuntamenti, visite ecc) contattare esclusivamente la segreteria dello studio medico.